Territoriale

DONNE IN ATTIVO: il laboratorio

ll percorso formativo "la tua guida all'educazione finanziaria prevede" anche un laboratorio costituito di 2 incontri online, della durata di 1 ora l’uno, che si svolgeranno nel periodo compreso tra luglio e settembre 2024. I partecipanti saranno coinvolti nell’ideazione di un progetto di impresa in cui applicheranno le nozioni apprese durante i webinar.

I partecipanti che partecipano formano dei gruppi imprenditoriali e ne curano lo sviluppo, dal concept di un’idea alla realizzazione del modello di business, fino al prototipo del prodotto/servizio. È un processo che agevola lo sviluppo di un set di competenze imprenditoriali (es. lavoro di gruppo, risoluzione di problemi, pianificazione, comunicazione in pubblico, etc.) e di cittadinanza attiva, utili per la comprensione di problematiche sociali e ambientali, fondamentali per tutte le donne indipendentemente dai loro interessi lavorativi futuri.

Il laboratorio verterà sul potenziale imprenditoriale delle donne mettendone in luce sfide ed opportunità e prevederà la realizzazione di un elaborato che definisca metodi innovativi per promuovere idee e sviluppi per una sana imprenditorialità al femminile.

Incontro n. 1: sfide e opportunità

Durante il primo incontro sarà trattato il tema del potenziale al femminile tra nuove sfide e opportunità per lo sviluppo di idee imprenditoriali e verrà illustrato l’esercizio del laboratorio (compito di gruppo) che dovrà essere svolto.

Verranno quindi fornite le indicazioni per elaborare il compito di gruppo. Tale compito consisterà nella elaborazione di un progetto imprenditoriale.

Essa dovrà essere descritta in un file di Power-Point di minimo 4 e massimo 6 slide che descriva:

  • Nome dell’impresa e oggetto dell’impresa
  • Contesto in cui l’impresa si sviluppa
  • Obiettivi di medio-lungo termine
  • Strategia di raggiungimento degli obiettivi di medio-lungo termine

Verranno altresì fornite le istruzioni per formare i gruppi di lavoro (minimo 3, massimo 5 persone per ogni gruppo) che si incontreranno autonomamente online per svolgere l’esercizio proposto prima della data di consegna dell’elaborato.

Incontro n.2

Il secondo incontro sarà finalizzato a rispondere a dubbi, richieste di chiarimento.  Sulla base della classifica degli elaborati pervenuti, potranno essere individuati uno o più gruppi per partecipare alla cerimonia conclusiva del progetto a Roma.

Le date dei due laboratori sono le seguenti:
17 luglio dalle ore 14:00 alle ore 15:30
25 settembre dalle ore 14:00 alle ore 15:00

 

ISCRIVITI

 

Ultima modifica
Ven 12 Lug, 2024

Excelsior | Le opportunità di lavoro previste per Luglio-Settembre 2024

Disponibili i risultati mensili dell'indagine e quelli relativi al prossimo trimestre
Ultima modifica
Ven 12 Lug, 2024

Progetto europeo MOSAIC - Acquisire le abilità orientate al lavoro nel settore dell’artigianato artistico e tradizionale

Il settore dell’artigianato artistico e tradizionale in Europa è un mosaico colorato di passione, patrimonio, cultura e abilità. Rappresenta una sfida per l'economia e per la competitività internazionale ed europea e per questo necessita di un sistema di formazione efficace adattato alle sue sfide professionali, nonché alle sfide sociali legate al rapido cambiamento tecnologico, alla digitalizzazione, al cambiamento climatico, all'economia circolare e alle nuove forme di lavoro.
Ultima modifica
Ven 12 Lug, 2024

Regione Toscana - Nuovi fondi in arrivo per le start up innovative

Contributo in conto capitale pari al 90% del costo totale dell’investimento ammissibile

La Regione Toscana ha approvato le linee guida per un bando che offrirà contributi a fondo perduto a startup innovative per l’acquisto di servizi qualificati  e per spese di investimento in attivi materiali e immateriali.

I destinatari:

-       persone fisiche che costituiranno un’impresa entro 6 mesi dalla data di comunicazione di ammissione. La nuova impresa dovrà avere le caratteristiche previste dall’art. 25 DL 179/2012 ed essere iscritta nella sezione dedicata del Registro Imprese presso la CCIAA competente.

 -       startup innovative  costituite nei 36 mesi precedenti alla data di presentazione della domanda di finanziamento e iscritte nella sezione dedicata del Registro Imprese presso la CCIAA competente.

I soggetti devono essere micro o piccole imprese e operare nei settori ammissibili specificati nella delibera di G.R. 1155/2023.

Saranno previsti criteri di premialità (incremento occupazionale, imprese a partecipazione o titolarità maggioritaria di donne o giovani, criteri di legalità e parità di genere, aree interne).

Tipologia ed entità dell’aiuto:

una sovvenzione sotto forma di contributo in conto capitale pari al 90% del costo totale dell’investimento ammissibile.

Investimenti ammissibili:

1.Spese per servizi qualificati tra cui:

A. Servizi di accompagnamento qualificati

B. Servizi di consulenza e sostegno all’innovazione specializzati

2. Spese per

- attivi materiali, limitatamente a strumentazioni e attrezzature utilizzate per il progetto, fino a un massimo del 20% del costo totale ammissibile

- attivi immateriali, come brevetti, licenze, know-how o altre forme di proprietà intellettuale

Presentazione delle domande:

La presentazione delle domande di agevolazione sarà gestita tramite il portale di Sviluppo Toscana SpA, che si occuperà dell’istruttoria e valutazione degli interventi seguendo una procedura valutativa negoziale. Le modalità di accesso e i termini di presentazione saranno definiti in un decreto regionale di prossima adozione.

Per maggiori dettagli, consultare la delibera regionale che approva le linee di indirizzo cliccando qui

Ultima modifica
Ven 12 Lug, 2024

Credito d’imposta per incentivare l'installazione di impianti di compostaggio presso i centri agroalimentari - Regioni specifiche

FORMA agevolazione
Agevolazione fiscale

SETTORE
Agroalimentare

SPESA AMMESSA
Fino a 1.000.000 €

REGIONI
Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sicilia


Data apertura
31/12/2021

Data chiusura
31/12/2030

Cos'è

Si tratta di un’agevolazione per le spese sostenute negli anni 2022 e 2023 per l’installazione e la messa in funzione di impianti di compostaggio presso i centri agroalimentari presenti nelle regioni Campania, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia.

A chi si rivolge

A centri agroalimentari presenti nelle regioni Campania, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia.

Cosa prevede

Il contributo è riconosciuto, nel limite massimo di 1 milione di euro per ciascuno degli anni 2023 e 2024, sotto forma di credito d’imposta, pari al 70% degli importi rimasti a carico del contribuente.

Agevolazione concedibile (min-max)

Fino a 700.000 €

 

Sito di riferimento

https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/it/web/guest/credito-d-imposta-impian…

Ultima modifica
Ven 12 Lug, 2024

Fondo Sicilia - contributi a fondo perduto alle imprese - Regione Siciliana

FORMA agevolazione
Contributo/Fondo perduto, Prestito/Anticipo rimborsabile

SETTORE
Agricoltura, silvicoltura e pesca, Agroalimentare, Alberghiero, Altri servizi, Artigianato, Autoveicoli e altri mezzi di trasporto, Chimica e Farmaceutica, Commercio, Cultura, Edilizia, Elettronica, Fornitura Energia, Acqua e gestione Rifiuti, ICT, Meccanica, Metallurgia, Mobili, Legno e Carta, Moda e Tessile, Ristorazione, Salute, Servizi di trasporto, Turismo

SPESA AMMESSA
Fino a 300.000 €

REGIONI
Sicilia

Cos'è

Procedura attuativa in merito agli interventi agevolativi per i contributi a fondo perduto del Fondo Sicilia.
I finanziamenti potranno essere concessi anche in favore di imprese in temporanea difficoltà o che incontrino temporanea difficoltà di accesso al credito.

A chi si rivolge

Alle PMI

Destinatari: Imprese di qualsiasi dimensione, anche aventi sede all’estero, operanti in Sicilia.

Cosa prevede

Contributo a fondo perduto relativamente alle risorse finanziarie a valere sul Fondo Sicilia ex art. 2 della L.R. nr. 1 del 22.02.2019 e s.m. e i. e del D.A. Economia nr. 17 del 17.06.2019.

 

Data apertura

25/10/2023

Data chiusura

31/12/2027

Note

La data di apertura deriva dal D.A. Economia nr. 61/2023 e quella di chiusura è previsionale sulla base degli interventi.

 

Sito di riferimento

http://www.irfis.it/fondo-sicilia/

Ultima modifica
Ven 12 Lug, 2024

Agevolazioni IRAP per il Terzo settore (art. 106 LR n. 3 del 31.1.24) - Regione Sicilia

L'incentivo, in attuazione dell'articolo n. 106 della Legge Regionale n. 3 del 31 gennaio 2024, prevede l'esenzione IRAP agli enti del terzo settore di cui al decreto legislativo 3 luglio 2017, n. 117.

A chi si rivolge

L'incentivo è rivolto agli Enti del terzo settore di cui al decreto legislativo 3 luglio 2017, n. 117.

Cosa prevede

L'agevolazione prevede l'esenzione IRAP in "de minimis" di cui:
a) al Regolamento (UE) 2023/2831 della Commissione del 13 dicembre 2023 relativo all'applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea agli aiuti "de minimis";
oppure
b) al Regolamento (UE) 2019/316 della Commissione del 21 febbraio 2019 che modifica il Regolamento (UE) 2013/1408 della Commissione del 18 dicembre 2013 relativo all'applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea agli aiuti "de minimis" nel settore agricolo e ai sensi della normativa europea in materia di aiuti "de minimis" di cui ai successivi regolamenti comunitari di modifica dei medesimi.".

 

Obiettivo - Finalità

Inclusione sociale

Forma agevolazione

Agevolazione fiscale

Costi ammessi

Non individuabili secondo le definizioni di cui ai Regolamenti Comunitari

Agevolazione concedibile (min-max)

Fino a 300.000 €

Tipologia soggetto

Cooperative/Associazioni Non Profit, Impresa

Dimensione

Grande Impresa , Media Impresa , Microimpresa , Non classificabile/classificato , Piccola Impresa

Data apertura

01/01/2024

Data chiusura

31/12/2030

Settore attività

Altri servizi

ATECO

Tutti i settori economici ammissibili a ricevere aiuti;

Regioni

Sicilia

 

Sito di riferimento

http://www.gurs.regione.sicilia.it/Gazzette/g24-07/g24-07.pdf

Ultima modifica
Ven 12 Lug, 2024

Agevolazioni fiscali imposta regionale attività produttive - IRAP - Regione Siciliana

Agevolazioni IRAP previste dall'articolo 7, comma 2, 4 e 5 della LR 26.3.2002, n. 2 e s.m.i. e dall'art. 43 della LR 16.4.2003, n. 4 e s.m.i.

L'articolo 7, comma 2, 4, 5 e 5 bis della legge regionale 26 marzo 2002, n. 2 e s.m.i. e l'articolo art. 43 della LR 16.4.2003, n. 4 e s.m.i. rispettivamente prevedono
Art. 7 - LR 2/2002
2. Per le piccole e medie imprese operanti in Sicilia nei settori dell'artigianato, del commercio, del turismo e dei servizi, nonché per le cooperative, salvo quanto previsto dal comma 5, a decorrere dal 1° gennaio 2003 l'aliquota dell'IRAP è ridotta dello 0,25 per cento.
4. Alle aziende i cui titolari abbiano sporto denunzia circostanziata nei confronti di atti estorsivi compiuti ai loro danni, come definiti dalla vigente legislazione nazionale e regionale, è applicata per il pagamento dell'IRAP, per tre anni consecutivi dalla data di effettuazione della denunzia, l'aliquota del 3,25 per cento.
5. Le organizzazioni non lucrative di cui al decreto legislativo 4 dicembre 1997, n. 460, le associazioni di promozione sociale di cui alla legge 7 dicembre 2000, n. 383 e le cooperative sociali di cui alla legge 8 novembre 1991, n. 381 sono esenti dall'imposta sulle attività produttive.
5-bis. A decorrere dal periodo di imposta in corso all'I gennaio 2024, le agevolazioni previste dai commi 2, 4 e 5 del presente articolo nonché quelle di cui all'articolo 43 della legge regionale 16 aprile 2003, n. 4 sono concesse ai sensi della normativa europea in materia di aiuti "de minimis" di cui:
a) al Regolamento (UE) 2023/2831 della Commissione del 13 dicembre 2023 relativo all'applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea agli aiuti "de minimis";
oppure
b) al Regolamento (UE) 2019/316 della Commissione del 21 febbraio 2019 che modifica il Regolamento (UE) 2013/1408 della Commissione del 18 dicembre 2013 relativo all'applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea agli aiuti "de minimis" nel settore agricolo e ai sensi della normativa europea in materia di aiuti "de minimis" di cui ai successivi regolamenti comunitari di modifica dei medesimi.
Art. 43 -LR 4/2003
L'esenzione di cui al comma 5 dell'articolo 7 della legge regionale 26 marzo 2002, n. 2, si applica anche alle IPAB operanti in Sicilia.

 

A chi si rivolge

- piccole e medie imprese operanti in Sicilia nei settori dell'artigianato, del commercio, del turismo e dei servizi, nonché per le cooperative
- aziende i cui titolari abbiano sporto denunzia circostanziata nei confronti di atti estorsivi compiuti ai loro danni
- organizzazioni non lucrative di cui al decreto legislativo 4 dicembre 1997, n. 460, le associazioni di promozione sociale di cui alla legge 7 dicembre 2000, n. 383 e le cooperative sociali di cui alla legge 8 novembre 1991, n. 381
-IPAB

 

Cosa prevede

Agevolazioni IRAP

Agevolazione concedibile (min-max)

Fino a 300.000 €

Tipologia soggetto

Impresa

Dimensione

Grande Impresa , Media Impresa , Microimpresa , Non classificabile/classificato , Piccola Impresa

Settore attività

Agricoltura, silvicoltura e pesca, Agroalimentare, Alberghiero, Altri servizi, Artigianato, Autoveicoli e altri mezzi di trasporto, Chimica e Farmaceutica, Commercio, Cultura, Edilizia, Elettronica, Fornitura Energia, Acqua e gestione Rifiuti, ICT, Meccanica, Metallurgia, Mobili, Legno e Carta, Moda e Tessile, Ristorazione, Salute, Servizi di trasporto, Turismo

ATECO

Tutti i settori economici ammissibili a ricevere aiuti;

Regioni

Sicilia

 

 

Sito di riferimento

http://www.gurs.regione.sicilia.it/

Ultima modifica
Ven 12 Lug, 2024

Phenomena, Salone dell’imprenditoria femminile

Evento organizzato presso l'Aurum di Pescara, nei giorni 4 al 5 luglio

Riconoscimento dell talento ed della creatività, promosso da Regione Abruzzo, Camera di commercio Chieti Pescara, Agenzia di sviluppo, in collaborazione con Ifta, ideatrice del brand.

Otto aziende umbre, dei settori Fashion & Food, protagoniste di “Phenomena 2024”: Cioccolaterie Vetusta Nursia (settore Food); Dolys’ Confezioni – Meera (settore Fashion); Domina (Food); Geofood (Food); La Valletta (Food); La Veneranda (Food); Muusa (Fashion);  Tenuta di Freddano (Food).

Presente, per la Camera di Commercio dell’Umbria, il Segretario Generale Federico Sisti. L’iniziativa ha offerto la possibilità di incontri B2B tra le imprenditrici attive nei settori agroalimentare e moda e una delegazione di operatori esteri provenienti principalmente da Germania, Belgio, Olanda, Inghilterra, Scozia, Danimarca, Giappone, Croazia, Russia e Ucraina. Phenomena inoltre andrà ad inaugurare la stagione degli eventi italiani all’Expo 2025 di Osaka.

Phenomena è anche l’occasione per premiare il talento e la creatività femminile, assegnando un riconoscimento a quattro donne che si sono distinte nel mondo dell’imprenditoria, della cultura e del sociale. Tra le quattro premiate l’umbra Maria Teresa Severini, imprenditrice di successo, cresciuta nell’azienda vitivinicola Lungarotti ed impegnata fortemente anche nel mondo della cultura. Maria Teresa Severini è stata candidata dal Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di Commercio dell’Umbria e accompagnata dalla Presidente stessa del Cif Dalia Sciamannini. Severini è una delle prime donne italiane laureate in enologia. La sua leadership ha rivoluzionato l’enologia umbra, portando i vini Lungarotti a essere rinomati a livello internazionale.

Ultima modifica
Ven 12 Lug, 2024

Start Cup Piemonte Valle d’Aosta 2024, aperta la Fase 2: il Concorso dei Business Plan

Quest’anno il montepremi complessivo supera i 75.000 euro in denaro e servizi: candida il tuo progetto imprenditoriale innovativo entro il 29 luglio!

Sei un aspirante imprenditore che vuole avviare la propria attività d'impresa?

Non perderti la "Start Cup Piemonte Valle d'Aosta", iniziativa finanziata dalla Regione Piemonte con le risorse del Fondo Sociale Europeo Plus.

Il concorso è gratuito e si rivolte a tutti gli aspiranti imprenditori maggiorenni con l’obiettivo di favorire e sostenere la nascita di startup innovative ad alto contenuto di conoscenza per promuovere lo sviluppo economico del territorio piemontese e valdostano. 

Chiunque può partecipare, sia in forma individuale sia in team, anche senza aver preso parte alla fase precedente, inviando entro il 29 luglio 2024 un progetto imprenditoriale innovativo in una delle cinque categorie di gara: Cleantech & Energy, ICT, Industrial, Life Sciences, Turismo e Industria Culturale e Creativa.

I tre vincitori assoluti riceveranno premi in denaro (1° 7.500 euro, 2° 5.000 euro e 3° di 2.500 euro) e aprimi sei progetti in classifica sarà inoltre riconosciuto il premio di 1.000 euro ciascuno per l’iscrizione al PNI 2024, il Premio Nazionale per l’Innovazione, la “coppa dei campioni” tra i progetti di impresa vincitori delle Start Cup regionali che quest’anno si svolgerà giovedì 5 e venerdì 6 dicembre 2024 a Roma.

  • Cosa aspetti, contatta lo Sportello Nuove Imprese della Camera di commercio per saperne di più!
  • Maggiori informazioni
Ultima modifica
Ven 12 Lug, 2024